ESTRATTO: Nuovi orizzonti fiscali e societari: Polonia

In Polonia  una persona fisica che produce reddito ha obblighi fiscali limitati e illimitati:

Obblighi fiscali illimitati. Vengono considerate soggette agli obblighi fiscali di tipo illimitato tutte le persone fisiche che possiedono una residenza fiscale nel Paese; la tassazione si applica sia ai redditi generati in Polonia che a quelli percepiti da uno Stato estero.

Obblighi fiscali limitati. A prescindere dalla residenza, tutti redditi generati in Polonia sono soggetti alla tassazione obbligatoria secondo le regole interne dello Stato; le convenzioni internazionali contro la doppia imposizione evitano in questo caso il fenomeno per cui lo stesso presupposto sia soggetto due volte a tassazione in due diversi stati.

Il sistema fiscale polacco è composto dalle seguenti imposte:

  1. dirette:
  • imposta sul reddito delle persone fisiche - PIT
  • sul reddito delle società - CIT,
  • imposta sul tonnellaggio,
  • successione e sulle donazioni,
  • tassa sulle transazioni di diritto civile,
  • imposte agricole,
  • imposta foresta,
  • tassa di beni immobili,
  • imposta mezzi di trasporto,
  • imposta sull'estrazione di alcuni minerali.
  1. indirette:
  • IVA,
  • accise,
  • imposta il gioco d'azzardo.

Le due motivazioni per cui gli investitori fanno delle società all’estero: o per aprire nuovi mercati o per tagliare i costi. La Polonia, che fa parte della UE dal 2004, coglie eccezionalmente ambedue gli obiettivi. Il mercato polacco è il più grande dell’Europa Centrale, più grande dei nuovi nove membri EU messi insieme ed il costo del lavoro è basso. Gli investimenti esteri piovono sul paese e supportano una crescita economica superiore al 5% annuo. Ci sono 4 principali forme societarie previste dalla legislazione polacca:

  • Società a Responsabilità Limitata (sp.zo.o);
  • Società per Azioni (SA);
  • Partnership;
  • Unico proprietario.

SCARICA ARTICOLO IN FORMATO PDF