Ferragosto: stop cartelle Equitalia-Contenzioso tributario: sospensione dal 1° al 31 agosto

Ferragosto: stop cartelle Equitalia

Stop alla cartelle esattoriali sotto Ferragosto. Equitalia sospende la notifica delle cartelle nelle due settimane centrali del mese di agosto: l'operazione "zero-cartella" scatterà l'8 agosto. Lo ha deciso l'amministratore delegato di Equitalia, Ernesto Maria Ruffini che ha chiesto alle strutture della società di riscossione e quindi agli operatori postali, di sospendere la notifica degli atti nei 14 giorni centrali di agosto. Dall'8 al 22 agosto saranno, quindi, "congelati" 273.854 atti che dovevano essere notificati per posta a cui aggiungere 86.337 da inviare attraverso la posta elettronica certificata (pec), per un totale di poco più di 360 mila cartelle che, invece saranno "bloccate". Gli atti «inderogabili», però, circa 20 mila, saranno comunque inviati.

Contenzioso tributario: sospensione dal 1° al 31 agosto

Dal 1° agosto scatta la sospensione dei termini processuali, non soltanto in ambito giurisdizionale ordinario e amministrativo, ma anche per il processo tributario. Ai sensi dell'art. 1 della legge 742/1969, come modificato dall'art. 16 della legge n. 162 del 2014, il decorso dei termini processuali "è sospeso di diritto dal 1º al 31 agosto di ciascun anno, e riprende a decorrere dalla fine del periodo di sospensione"; inoltre "ove il decorso abbia inizio durante il periodo di sospensione, l'inizio stesso è differito alla fine di detto periodo". In particolare, poiché l'atto impositivo o la sentenza possono essere impugnate entro 60 giorni dalla data di notifica, se in tale periodo si inserisce il mese di agosto la scadenza per proporre il ricorso va prorogata di 31 giorni. Stessa sorte per gli atti il cui valore non supera i 20mila euro, soggetti a reclamo/mediazione: anche in questo caso, dopo la notifica del ricorso all'ente impositore, bisogna aggiungere i 31 giorni di sospensione ai 90 previsti dalla legge. Idem per la costituzione in giudizio. La sospensione feriale incide sui termini per il deposito presso le segreterie delle commissioni tributarie di documenti e memorie illustrative, nonché, salvo alcune eccezioni, sui termini di pagamento relativi ad atti impugnabili.

 SCARICA ARTICOLO IN FORMATO PDF