La rottamazione delle cartelle esattoriali-La Legge di stabilità 2017

La rottamazione delle cartelle esattoriali

Legge 1° dicembre 2016, n. 225 estende l’ambito oggettivo di applicazione della definizione agevolata, come molti auspicavano, anche ai carichi affidati agli agenti della riscossione nell’anno 2016. Il debitore manifesta all’agente della riscossione la sua volontà di avvalersene, rendendo, entro il 31 marzo 2017 apposita dichiarazione, con le modalità e in conformità alla modulistica. Entro la stessa data del 31 marzo 2017 il debitore può integrare, con le predette modalità, la dichiarazione presentata anteriormente a tale data.

La Legge di stabilità 2017

Con la Legge di Stabilità 2017 si assiste alla cosiddetta sterilizzazione dell’aumento dell’Iva, portando come le due aliquote  principali dal 10 al 13% e dal 22 al 24%. Si assisterà ad un taglio dell’IRES (Imposta sul Reddito delle Società) ridotta dal 27,5 al 24%. Infine, è stata aggiunta una nuova imposta sul reddito imprenditoriale per aziende e professionisti, chiamata IRI (Imposta sul Reddito Imprenditoriale). I benefici concessi a quelle imprese che investono in programmi di ricerca e sviluppo sono stati ampliati, poiché il credito d’imposta passerà da 5 a 20 milioni di euro massimi annuali, mentre l’aliquota salirà al 50% per tutte le spese. È stato esteso in tutta Italia il sostegno all’inclusione attiva (Sia), un sussidio destinato alle famiglie con figli minorenni o disabili e reddito inferiore ai 3mila euro annui.

SCARICA ARTICOLO IN FORMATO PDF