Ruling fiscale: Novità 2017

Il Consiglio ha adottato una direttiva volta a migliorare la trasparenza dei ruling fiscali che gli Stati membri forniscono in casi specifici alle imprese in merito alle modalità con cui sarà trattata la tassazione. La direttiva mira a prevenire l'elusione dell'imposta sulle società.  Un ruling fiscale è una garanzia che un'autorità fiscale dà al contribuente sulle modalità con cui alcuni aspetti della tassazione saranno trattati in quel caso specifico. Le nuove norme saranno applicate a partire dal 1º gennaio 2017. Il ruling internazionale è un istituto introdotto dal legislatore per garantire, nell’ambito di operazioni transnazionali complesse, trasparenza e certezza nei rapporti tra Fisco e contribuente riducendo il rischio di doppia imposizione internazionale e di soccombenza in contenzioso su controversie dall’esito incerto. Il ruling internazionale è riservato alle imprese  residenti e non residenti -con attività internazionale, così come identificate nel Provvedimento direttoriale di attuazione del 23 luglio 2004, che effettuano cessioni di beni e prestazioni di servizi con consociate estere e vogliono definire. La procedura di ruling viene avviata tramite presentazione volontaria di un’istanza in carta libera indirizzata all’ Ufficio Ruling Internazionale. La definizione dell’operazione transfrontaliera e il registro centrale sicuro della Commissione UE dovranno essere operativi entro il 31 dicembre 2017 e da cui saranno resi disponibili obbligatoriamente, non più su opzione, tutti i dati sulle operazioni internazionali.

SCARICA ARTICOLO IN FORMATO PDF