Ultime scadenze fiscali 2016

Il mese di dicembre prevede circa 200 scadenze fiscali. Si parla di circa 80 adempimenti per le società di capitali, 60 per dipendenti, pensionati e società di persone, 50 per gli enti non commerciali. Senza contare i vari tributi comunali e i contributi previdenziali. Il  calendario delle scadenze fiscali è il seguente :

  • 1°dicembre: imposta di registro
  • 14 dicembre: ravvedimento 770
  • 15 dicembre: fatture differite
  • 16 dicembre: saldo IMU e TASI, adempimenti IVA e IRPEF
  • 27 dicembre: acconto IVA e obbligo mensile INTRASTAT
  • 29 dicembre: dichiarazioni sui redditi tardive
  • 30 dicembre: ravvedimento regimi agevolati

IMU e TASI

La scadenza per il saldo delle tasse sulla casa è come di consueto il 16 dicembre, data entro la quale i contribuenti devono versare il conguaglio TASI e IMU secondo le quote stabilite dal Comune di appartenenza.  Per i ritardatari, invece, c’è tempo per rimediare ricorrendo al ravvedimento operoso: fino a 14 giorni di ritardo si paga con sanzione più ridotta più interessi minimi. Dal 15esimo al 30esimo giorno aumentano gli interessi.

TARI

La scadenza per il versamento della TARI, la tassa sui rifiuti, viene decisa dai vari Comuni.

IRPEF

Il pagamento IRPEF, da effettuare entro il 16 dicembre, riguarda i sostituti d’imposta

IVA

Entro il 27 dicembre devono versare l’acconto IVA imprenditori, artigiani e commercianti, professionisti, autonomi, società di persone, società semplici, Snc (società in nome collettivo), Sas (società in accomandita semplice), studi associati, società di capitali ed enti commerciali, Spa (società per azioni), Srl (società a responsabilità limitata), società cooperative, Sapa (società in accomandita per azioni), enti pubblici e privati diversi dalle società, banche, SIM (società di intermediazione mobiliare), intermediari finanziari e fiduciarie.

INTRASTAT

Entro il 27 dicembre gli operatori intra-comunitari dovranno presentare gli elenchi INTRASTAT sulle cessioni, gli acquisti e le prestazioni di servizi intra-comunitari relativi al mese precedente.

Dichiarazioni tardive

Il 29 dicembre è la scadenza per i ritardi relativi a IRPEF, IRES, IRAP. Si possono presentare per le dichiarazioni tardive di UNICO (persone fisiche, società di persone, società di capitali, enti non commerciali) e dell’IRAP, regolarizzando la propria posizione con ravvedimento.

 

Regimi agevolati

Regolarizzazione entro il 30 dicembre del versamento della 2° o unica rata dell’imposta sostitutiva di IRPEF e addizionali e IRAP in acconto per il 2016, riservato a che chi esercita l’opzione per il regime forfetario agevolato: per sanare il versamento non effettuato entro il 30 novembre 2016, con maggiorazione degli interessi legali e sanzione ridotta (ravvedimento breve).

SCARICA ARTICOLO IN FORMATO PDF